L'ISOLAMENTO TERMICO

Un corretto isolamento termico degli edifici deve avere come obiettivo, quello di garantire il raggiungimento di una corretta temperatura non solo dell'aria, ma anche dei muri, dei pavimenti e dei soffitti.

preparazione colla su pannello posa pannello isolante

La sensazione di freddo, infatti, deriva da una bassa temperatura ambientale, ma anche da una ridotta temperatura degli elementi di protezione orizzontale e verticale. Ció é dovuto all'effetto dell'irraggiamento: ad esempio, quando ci si avvicina ad un caminetto si avverte un forte senso di calore mentre la parte del corpo non esposta é fredda. L'opposto avviene di fronte a una finestra. La media tra la temperatura dell'aria e quella delle pareti é la temperatura operante, cioé la temperatura percepita dal corpo umano. Per avere una sensazione di comfort bisogna, quindi, che i muri di casa siano ben caldi. Per evitare che si raffreddino bisogna coibentarli cioé applicare su di essi una "calda coperta" di isolante come facevano gli antichi con gli arazzi appesi sui muri. Questo rimedio consente anche di riscaldare in fretta l'ambiente.

Un effetto positivo dell'isolamento termico é la prevenzione di problemi e difetti legati alla presenza di umiditá di condensa (cioé il formarsi di muffe o macchie scure). rasatura armata tassellatura del pannello isolante
Questi problemi possono verificarsi se la superficie interna delle pareti é troppo fredda, anche solo in alcuni punti.
Perció per evitarli é opportuno che tutto l'isolamento venga posizionato sulla superficie esterna delle pareti. Infatti, con questa soluzione tutto l'involucro dell'edifico viene mantenuto caldo in modo uniforme, senza creare gradienti di temperatura tra le diverse zone.

L'isolamento termico consente di ridurre sia i costi per il riscaldamento che le immissioni inquinanti, infatti, se gli edifici sono correttamente isolati disperdono meno calore e pertanto, necessitano di un minor quantitativo di combustibile per riscaldarli.

applicazione del fondo per rivestimenti su rasatura stesura rivestimento fratazzatura rivestimento

In italia il livello minimo di isolamento degli edifici (che dipende anche dal clima della localitá dove sono ubicati) é determinato dalla legge 10 del 1991. Una nuova Direttiva Europea (pubblicata nel gennaio del 2003), che dovrá essere recepita anche in italia, stabilisce limiti ancora piú severi al consumo di energia negli edifici.

E' quindi da attendersi che il sistema di isolamento termico a cappotto nei prossimi anni diventi la soluzione piú idonea per conseguire un elevato livello di comfort abitativo con il minor dispendio di risorse economiche.

ISOLAMENTO DALL'ESTERNO

Isolando le pareti dall'esterno (isolamento a cappotto) si ottiene l'eliminazione di tutti i punti freddi e aumenta la capacitá di accumulo termico dell'edificio. I muri si scaldano, accumulano calore e poi lo restituiscono all'ambiente. Questo fa sí che lmpianto di riscaldamento possa funzionare un minor numero di ore complessive, con un risparmio di combustibile e una riduzione delle emissioni inquinanti.

Un sicuro vantaggio dell'isolamento a cappotto é l'eliminazione totale e definitiva dei ponti termici, cioé di quei punti critici (perimetro dei serramenti, angoli, pilastri inseriti nella muratura, ...) dove é piú facile che si verifichino fenomeni di formazione di muffe e di macchie. L'isolamento termico a cappotto, inoltre, viene realizzato senza disturbare eccessivamente gli abitanti dello stabile e non é necessario che i locali siano vuoti (si lavora solo all'esterno), posizionando l'isolante solo sull'esterno dell'edificio.

MATERIALI ISOLANTI

Isolamento termico in polistirene espanso

L'isolamento con polistirolo unisce ottime caratteristiche isolanti ad un prezzo conveniente e ad una grande semplicità di lavorazione.

Il pannello in polistirene espanso è difficilmente infiammabile e assolutamente resistente agli agenti atmosferici.

Caratteristiche:

- Sistema di isolamento termico leggero

- Elevata resistenza della superficie, resistente all'urto

- Nella costruzione di grandi edifici

- Lavorazione semplice e rapida

- Isolamento termico ottimale

Isolamento termico base idrati di silicato di calcio

Sistema di isolamento termico ecologico con pannello isolante a base di idrati di silicati di calcio.

Caratteristiche:

- Ecologico, riciclabile, durevole

- Elevata resistenza della superficie, robusto

- Sistema di isolamento termico incombustibile

- Permeabile al vapore

Isolamento termico in sughero

Isolare con il sughero significa isolare in modo naturale. Infatti il sughero è un materiale vivo e privo di sostanze estranee. Esso rappresenta quindi la soluzione ideale per coloro che vogliono costruire in modo ecologico, risparmiando energia, senza però rinunciare ad un clima confortevole.

Caratteristiche:

- Ecologico, rigenerabile, durevole

- Elevata permeabilità al vapore

- Elevata resistenza della superficie

- Isolamento termico ottimale

Isolamento termico in lana di roccia

L'isolamento con pannelli in lana di roccia combina doti di sicurezza con ottime caratteristiche termoisolanti ed ecologiche.

La lana di roccia è un isolante incombustibile. Un'elevata permeabilità al vapore, unita a capacità isolante contro l'umidità esterna, garantiscono un ambiente interno estremamente confortevole.

Caratteristiche:

- Incombustibile

- Elevata resistenza della superficie, robusto

- Elevata permeabilià al vapore

- Isolamento termico ottimale

Isolamento termico in fibra di legno

L'isolamento con di lavorazione.

Il pannello in polistirene espanso è difficilmente infiammabile e assolutamente resistente agli agenti atmosferici.

Caratteristiche:

- Sistema di isolamento termico leggero

- Elevata resistenza della superficie, resistente all'urto

- Nella costruzione di grandi edifici

- Lavorazione semplice e rapida

- Isolamento termico ottimale

CERTIFICAZIONE ENERGETICA

Secondo il D.Lgs. 192/2005, recepito dalla Regione Lombardia con DGR 8/5733, un edificio viene classificato secondo 8 classi di riferimento, in base al fabbisogno di energia primaria per il riscaldamento invernale EPH espresso in kilowattora per metro quadro di superficie utile per anno [kWh/m2] o in kilowattora per metro cubo di volume per anno [kWh/m3], a seconda della destinazione d’uso dell’edificio.

I fattori che entrano in gioco per la determinazione del fabbisogno energetico di un edificio sono molteplici e riguardano sia la tipologia dell’impianto di riscaldamento presente, sia le tipologie di materiali, pareti e serramenti, che costituiscono l’involucro dell’edificio.

La procedura di calcolo per determinare la classe energetica di un edificio in Regione Lombardia deve seguire la DDDG 15833.

Sulla base dei risultati della classificazione degli edifici, è possibile ipotizzare di attribuire un punteggio (da 1 a 10) in base alla classe di riferimento di ogni edifico. L’indicatore E01 è poi calcolato come media aritmetica dei punteggi ottenuti, in base alla certificazioni effettuate.

Secondo la norma europea prEN15217 (“Energy performance of buildings: methods for expressing energy performance and for energy certification of buildings”), il valore di riferimento relativo alla media del parco edilizio (Rs) è posto al confine tra le classi D ed E. Di conseguenza, sembra ragionevole attribuire un punteggio pari a 6 ad un edificio posto in classe D e punteggio 5 ad un edificio posto in classe E. La classe A+ è la classe più performante, a cui si attribuisce punteggio pari a 10. Punteggi via via decrescenti si attribuiscono alle classi A, B, e C. Allo stesso modo, si attribuiscono punteggi decrescenti per le classi meno performanti dalla E fino alla G. Il punteggio pari a 0 è attribuito all’edificio in classe G avente un fabbisogno di energia primaria (EPH) particolarmente elevato.

Il dettaglio dei punteggi attribuiti a seconda della classe di riferimento dell’ edificio e a seconda del valore di EPH viene riportato nella seguente tabella.


edificio EPH [kWh/m2]EPH [kWh/m3]Punteggio
Classe A+EPH < 14EPH < 310
Classe A14 < EPH < 293 < EPH < 69
Classe B29 < EPH < 586 < EPH < 118
Classe C58 < EPH < 8711 < EPH < 277
Classe D87 < EPH < 11627 < EPH < 436
Classe E116 < EPH < 14543 < EPH < 545
Classe F145 < EPH < 17554 < EPH < 654
Classe G175 < EPH < 22065 < EPH < 803
Classe G220 < EPH < 28080 < EPH < 1002
Classe G280 < EPH < 350100 < EPH < 1301
Classe GEPH > 350EPH > 1300